Azione solidale con gli operai multati sarà presente al corteo del 18 gennaio

Il comitato di Azione di Prato esprime tutta la propria solidarietà ai 21 operai e alle due studentesse multate dalla polizia con sanzioni che arrivano fino a quattromila euro perché denunciati per il reato di blocco stradale durante uno sciopero fatto il 21 ottobre scorso. Uno sciopero indetto per  protestare contro il mancato pagamento di sette mensilità da parte dei propri datori di lavoro titolari dell’azienda Superlativa e anche per denunciare le precarie condizioni di lavoro  in cui si trovano a vivere. Il sindacato che rappresenta i 21 operai, il Sì Cobas, parla di “12 ore al giorno per sette giorni la settimana, negazione di diritti elementari come quelli alla malattia e le ferie, paghe che spesso non superano i mille euro al mese” come elementi che hanno spinto gli operai allo sciopero. Più controlli effettuati nell’azienda in tempi diversi da parte dell’Ispettorato del lavoro hanno riscontrato la presenza di lavoratori in nero e varie altre situazioni di gravissima illegalità.

Per tutti questi motivi il comitato di Azione di Prato ritiene che le multe comminate agli scioperanti e alle due studentesse presenti per solidarietà, siano spropositate e del tutto fuori luogo. Azione sarà presente il 18 gennaio prossimo nella manifestazione pubblica per chiedere l’abolizione di quelle multe e si augura che presto in Parlamento vengano abrogati le leggi ed i decreti che hanno portato ad inasprire le sanzioni nei confronti di chi esercita il diritto allo sciopero.

× Scrivici via Whatsapp!